Questo sito contribuisce
alla audience di

Hunger Games: prima il libro o il film?


posted by Veronique on , ,

2 comments

Hunger Games prima il libro o il film, Hunger Games, Catching Fire, La ragazza di fuoco, Il canto della rivolta, Mockingjay, Jennifer Lawrence, Katniss Everdeen

C'è una sottile linea che unisce tutti gli amanti della letteratura e li porta a convergere in un punto: tra libro e film si deve leggere prima il libro.

Ed è ovvio: leggere stimola la fantasia e poter dare un volto nella tua mente all'eroe letterario di turno è ben diverso dall'imposizione dei lineamenti che sono stati scelti per quel personaggio in un film.

I libri ci fanno sognare e costruiamo scenografie, corpi, connotati e situazioni ben precise ed è proprio la nostra fantasia a rendere la scrittura così unica: ognuno vive un libro a modo proprio, ognuno immagina un personaggio così come vuole e alla fine ogni romanzo si arricchisce con i dettagli che la mente di ognuno crea ed è così che un romanzo diventa unico nel suo genere, diverso grazie al contributo di ogni lettore.

Il problema però viene a crearsi quando non si è solo amanti della letteratura, ma anche incalliti cinefili, cosa che accade molto spesso peraltro.

Cosa fare in questo caso? Leggere prima il libro o guardare il film?

La questione si complica ulteriormente quando non si tratta più solo di un libro e di un solo film, ma si è di fronte ad una trilogia: tre libri e quattro film. Come si fa in questo caso, se si sono già visti due film? Si riprendono i due libri e si legge anche il terzo, in barba agli ultimi due film, oppure si aspetta due anni per i film e poi si conclude con il libro?

L'intricatissima questione riguarda la trilogia del momento: Hunger Games di Suzanne Collins.

Ho scoperto Hunger Games con l'uscita del primo film: l'ho guardato e l'ho amato.



Hunger Games prima il libro o il film, Hunger Games, Catching Fire, La ragazza di fuoco, Il canto della rivolta, Mockingjay, Jennifer Lawrence, Katniss Everdeen

Per un anno sono stata fortemente tentata di acquistare i libri, ma ho frenato questo desiderio in attesa del secondo film.

Il secondo film è stato talmente bello che non avrei potuto aspettare altri due anni, attendendo il capitolo conclusivo diviso a metà, per sapere cosa sarebbe successo a Katniss Everdeen, a Panem e a tutti i personaggi che tanto mi hanno coinvolta.

Ho quindi preso tutti e tre i libri e mi sono ritrovata a divorarli letteralmente: sensazione ironicamente in sintonia con il titolo della saga (Hunger Games significa infatti Giochi della fame).

Mi ritrovo ora ad aver concluso il secondo libro, Catching Fire, La Ragazza di Fuoco, e in procinto di aprire il terzo ed ultimo Mockingjay, Il canto della rivolta, e mi attanaglia questo dilemma: sarebbe meglio aspettare gli ultimi due film o leggere il libro? Andare al cinema conoscendo già tutto o aspettando la sorpresa? Svelare subito la sorpresa attraverso il libro e "rovinarla" con il film?

Fermandomi a riflettere, credo che Hunger Games sia talmente bello che in nessuno dei due modi riuscirei a rovinarlo. Mi spiego meglio: pur avendo visto i due film iniziali, pur sapendo benissimo cosa sarebbe successo, pur conoscendo i personaggi, ho divorato i libri sia di Hunger Games che di Catching Fire. Sono stati talmente avvincenti, incalzanti e coinvolgenti che li ho letti nel giro di due giorni e vi confesso che mi capita raramente di riuscire a finire un romanzo così in fretta.

Penso che sia merito della grande creatività di Suzanne Collins che è stata in grado di partorire una storia che ti colpisce dritta al cuore.

Sono considerati romanzi per ragazzi, ma in realtà vi è molto di più: denuncia sociale, i soprusi di una società che soffoca il popolo con la violenza, lo sfruttamento, la censura, l'intrattenimento violento e il pubblico spettatore, talmente accecato dalla vanità e dalla superficialità da andare in estasi ammirando 24 giovani che si uccidono tra di loro. Il reality show che si fa macabro in una società in cui sono i leader a giocare con il popolo come pedine. Tematiche fantasiose? Non proprio se si pensa al passato - innegabili ad esempio i paragoni con l'Antica Roma e i giochi dei gladiatori nell'arena per il divertimento del pubblico - e anche purtroppo ad alcune realtà del presente dove la democrazia è un miraggio.

E poi arriva la speranza, la scintilla che innesca la rivoluzione: Katniss Everdeen, eroina del Distretto 12, che si offre come tributo per partecipare agli Hunger Games per salvare sua sorella Prim che era stata sorteggiata, che sfida Capitol City e fa partire la rivolta dei distretti.

Il suo personaggio, la sua storia, la sua voglia di essere una ragazza normale, di stare nei boschi a cacciare con il suo - non semplicemente - amico Gale, il rapporto speciale che si crea man mano con Peeta, suo compagno tributo negli Hunger Games, la sua innocenza spezzata, il coraggio e il carattere da guerriera, il tentativo di salvare chi ama, anche inizialmente piegandosi al volere di Capitol City e del Presidente Snow, perché in fondo è solo una ragazzina che vorrebbe salvare i suoi cari e tornare alla vita di tutti i giorni, per poi capire che non è più possibile, non si possono più accettare i soprusi.

Impossibile non amare il personaggio di Katniss sia nel libro che nel film, dove è interpretata magistralmente dall'adorabile Jennifer Lawrence.

Hunger Games prima il libro o il film, Hunger Games, Catching Fire, La ragazza di fuoco, Il canto della rivolta, Mockingjay, Jennifer Lawrence, Katniss Everdeen

Chiunque abbia letto il libro, lo ha fatto in pochissimi giorni, apprezzando i particolari e la scrittura incalzante, e chiunque abbia visto il film ha portato con sé l'ansia generata dal gong che segnava l'inizio degli Hunger Games, la sensazione di impotenza davanti all'assurda Mietitura che ogni anno porta via un giovane e una giovane dai 12 Distretti per farli massacrare nell'Arena, il turbamento davanti alla popolazione di Capitol City che idolatra gli Hunger Games e non vede l'ora che si ripresentino ogni anno per godere dello spettacolo di quel bagno di sangue, l'avvilimento davanti a Cato, tributo Favorito che ha trascorso tutta la sua infanzia a prepararsi per gli Hunger Games come se fossero la sua missione di vita e la nascente consapevolezza in lui che tutto ciò non ha senso, "che era morto comunque, che lo era sempre stato", ma lo ha capito solo nell'Arena (questa scena è stata inserita nel film e non è presente nel libro, ma io l'ho adorata: è stata così rivelatrice, catartica e ricca di umanità e speranza), il coinvolgimento durante gli inizi delle rivolte contro il regime, la sensazione che il fuoco stia divampando anche dentro di noi e che saremmo lì schierati in prima linea.

Tutto questo è Hunger Games e Catching Fire ed è molto di più di due capitoli di una serie per ragazzi.

Mi è capitato raramente di apprezzare sia un libro che il suo relativo film e l'occasione più memorabile è stata Profumo di Süskind e Profumo Storia di un assassino. Entrambi ben realizzati, entrambi coinvolgenti ed entrambi imperdibili. In questa occasione avevo visto prima il film e poi letto il libro e, come è successo per i primi due episodi di Hunger Games, uno non ha rovinato l'altro.

L'unica pecca in questi casi è che il film influenza la fantasia del lettore: non possiamo più immaginare il personaggio con il volto creato dalla nostra mente, né vedere nei nostri occhi il panorama sullo sfondo del quale si sviluppa la vicenda. Una grave perdita per la fantasia del lettore.

Una perdita accettabile solo se il film è talmente ben fatto da fornirci un'alternativa alla nostra fantasia che sia valida ed interessante.

E' successo con Profumo ed è successo anche con i primi due capitoli di Hunger Games.

Ecco perché ho scelto di divorare anche il terzo capitolo Hunger Games Mockingjay, Il canto della rivolta: non potrei resistere due anni senza sapere cos'è successo a Panem e ai suoi personaggi e sono sicura che alla sorpresa del libro seguiranno due film bellissimi che mi faranno rivivere le emozioni provate e che paragonerò con divertimento alle ambientazioni e alle vicende così come le ha immaginate la mia mente.

Come vi ponete voi di fronte ai libri e ai loro film? Preferite leggere prima il libro e poi vedere il film o il contrario? E nel caso delle trilogie iniziate con il film, continuereste con la pellicola o nel frattempo andreste avanti con i libri?

Avete letto e visto Hunger Games? Lo state amando come me?

Io stasera comincio l'episodio finale e sono sicura che lo chiuderò con le lacrime, appoggiandolo sul cuore, come sono solita fare con i libri che entrano a far parte di me.

And may the odds be ever in your favor.




2 comments

Leave a Reply

Lovely comments

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...