Questo sito contribuisce
alla audience di

Eliminare Cicatrici e Segni dell'Acne con il Laser: il progetto "Make A Change" per migliorare me stessa con Kellogg's Special K


posted by Veronique on , , , ,

4 comments


È da qualche mese che c'è un progetto nell'aria, una collaborazione che mette al centro la donna e la voglia di migliorare se stessa.

Se mi chiedessero qual è il senso della vita, risponderei sicuramente: "Diventare persone migliori, la versione migliore di se stessi, superare i limiti, fare del proprio meglio".

Kellogg's Special K mi ha coinvolta nel progetto "Make A Change" e mi ha messa di fronte ad una scelta: cosa vorresti fare per migliorare te stessa?

Ovviamente i primi pensieri sono andati ai kg di troppo accumulati negli anni e a tutti quei dettagli fisici migliorabili, ma non era ciò di cui avrei voluto parlarvi: del resto vi sarebbe interessato vedermi andare a correre ogni giorno? Non penso, ma prometto che ci andrò!

Ho scelto invece di raccontarvi qualcosa di me e di fornirvi dettagli che possano essere utili anche a voi, se avete avuto la mia stessa esperienza e volete seguire un iter simile al mio.

Parlo di iter perché questo sarà il primo di una serie di post, in cui vi racconterò periodicamente gli aggiornamenti nel mio percorso.

Cosa ho scelto di fare per migliorare me stessa? Ho deciso di sottopormi al trattamento laser per eliminare le cicatrici e i segni dell'acne.

Ad un occhio superficiale, la mia scelta può risultare frivola, ma chi ha sofferto di una forma grave di acne sa bene che le cicatrici hanno radici più profonde di quelle visibili sul viso, radici che arrivano nell'animo.


Ho sofferto di acne in età adulta dai 20 ai 22 anni. È stata un'acne molto forte, partita dopo un'estate con dei puntini duri sotto pelle sul mento e man mano diffusa su tutta l'area della mandibola e degli zigomi.
Un'acne cistica molto dolorosa: mi faceva male persino appoggiare il viso sul cuscino o chiudere il casco sotto al mento.

Non si tratta solo di imperfezioni, non sono solo dolorose, ma possono creare disagi notevoli e scoraggiare molto: sono stati due anni difficili per me, ricordo pianti davanti allo specchio, sguardi indiscreti, maglioni a collo alto tirati su fino a metà viso e, per fortuna, (santo) make up coprente.

In questa serie di post vi racconterò meglio anche come ho risolto la mia acne, sperando che possa essere uno spunto e un incoraggiamento per coloro che ne soffrono. Vi parlerò delle varie visite mediche fatte per scegliere il laser migliore per me, spiegandovi le differenze tra quelli proposti, e potremo vedere insieme i risultati ottenuti.

A distanza di anni ho deciso di voler migliorare l'aspetto delle mie cicatrici che sono molte e abbastanza profonde con la consapevolezza che nessun laser fa miracoli e non avrò più la pelle bella di prima, ma sicuramente potrò apprezzare un notevole miglioramento dell'aspetto della pelle del mio viso.

La scelta che ho fatto non è prettamente estetica, ha radici profonde, non voglio guardarmi allo specchio e semplicemente vedermi più bella, voglio fissare i miei occhi riflessi e vedere la ragazzina che ero, la giovane donna che piangeva guardando la sua acne, ma che a testa alta l'ha affrontata, perché la bellezza delle donne non sta nella perfezione, ma nella personalità, nel carattere, nella forza e nella tenacia.

E vorrei anche poter dare un messaggio a tutte coloro che si nascondono perché "non si sentono abbastanza": abbastanza perfette, abbastanza lisce, abbastanza sode, abbastanza magre, abbastanza alte.

Siete donne, avete un mondo dentro, non permettete che un dettaglio esterno blocchi la meraviglia del vostro mondo e non gli consenta di rivelarsi anche all'esterno.

Ed ovviamente un messaggio anche a chi si permette di deridere una persona con acne o con qualunque difetto: io cerco di arrivare ad una versione migliore di me stessa, più bella, ma soprattutto più forte e sicura di sé; tu cosa puoi fare per il tuo piccolo cervello?

Questo è il mio modo di migliorare me stessa: essere una persona più forte, in grado di affrontare i problemi, più o meno difficili, e di chiudere i capitoli per aprirne altri con occhi rinnovati.

A presto con i prossimi aggiornamenti sulla Missione Bye Bye Scars.


4 comments

Leave a Reply

Lovely comments

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...