Questo sito contribuisce
alla audience di

L'insostenibile sofferenza del mollettone, dell'elastico di spugna ed affini


posted by Veronique on ,

14 comments


Immaginate una splendida ragazza, ben vestita, ben truccata, addirittura ben acconciata con un romantico raccolto; immaginatela mentre cammina sorridente verso di voi – che meraviglia! - bene, immaginatela ora mentre si gira a baciare un'amica e...il suo raccolto è sostenuto da una pinza per capelli!


E' noto che in questi casi l'orrore non si accompagna mai da solo, generalmente infatti le pinze scelte sono della peggiore specie: gialle, rosa, azzurre, leopardate ecc...insomma più vistose e raccapriccianti possibile.

I mollettoni sono oggetti estremamente intimi e personali.
Voi andreste mai in giro con uno slip in testa?
Ecco, considerate i mollettoni come i vostri slip!
Vanno indossati privatamente, lontano da occhi indiscreti, vanno tenuti in casa, giusto in quel frangente di tempo necessario a tenere i capelli sollevati per lavare il viso!

Casa-bagno-mollettone-slip STOP: ecco il vostro nuovo mantra.



Un recentissimo esempio dello scempio causato dal mollettone ci è stato regalato da Natalia Vodianova, celebre modella presente all'inaugurazione della Boutique Louis Vuitton Maison Etoile a Roma: una splendida creatura che voltandosi ha mostrato l'oggetto del mio – e del vostro – disprezzo, lui, il mollettone!

Ringraziamo Paola Centomo, Direttore di Glamour Italia per essersi fatta paladina della crociata anti-mollettone pubblicando la foto del misfatto.
Grazie Direttore, ci siamo sentite tutte più fighe di una modella!

Una menzione d'onore la merita anche Hillary Clinton; come dimenticarla con la sua dolcissima pinza argento tra i capelli a presenziare ad un incontro ufficiale alle Nazioni Unite?
Che eleganza!

Via
La battaglia verso gli oggetti insostenibili continua con il secondo orrore del capello: l'elastico di spugna.

Nemmeno negli anni '80 si poteva osare tanto – o forse sì?Sicuramente sì! - fermando la coda con un enorme elastico di spugna.
E se gli elastici diventano anche colorati, come sempre nelle fantastiche tonalità del rosa, azzurro, giallo, allora ogni speranza è persa.

E' inutile indossare un rossetto rosso, è inutile portare sull'avambraccio la borsa più desiderata del momento, è inutile vestire la marca più in voga, se dal più piccolo dettaglio riveli la disattenzione più grande: quella verso il buongusto!




14 comments

Leave a Reply

Lovely comments

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...