Questo sito contribuisce
alla audience di

"La catarsi emotiva di Véronique" : racconto scritto al Workshop di Moda e Scrittura Creativa al FashionCamp2012

by - lunedì, giugno 18, 2012

FashionCamp2012 fashion camp 2012 workshop moda e scrittura creativa irene di natale veronique tres jolie blog i pensieri di veronique arianna chieli raffaele mariniello
Photo Credits: Raffaele Mariniello

Non avevo dubbi sul fatto che il Workshop di Moda e Scrittura Creativa tenutosi al FashionCamp2012 sarebbe stata una bellissima esperienza, sapevo che la cara Irene Di Natale (potete leggerla sul suo blog MixAndMatch), splendida padrona di casa avrebbe trovato il modo giusto per guidarci in questa avventura; ciò che invece non mi sarei aspettata è che un momento così semplice, come il ritrovarsi intorno ad un tavolo a scrivere, potesse generare un fiume di emozioni incontenibili, talmente forti da essere rigettate nero su bianco con dolce violenza.
Voglio condividere con voi il racconto che ho scritto durante il Workshop e lo inserisco nella mia rubrica "I pensieri di Véronique" perché protagonista immancabile è lei, il mio alter ego Véronique, forse in una veste un po' diversa dal solito.

Irene ci ha consegnato alcuni bigliettini sui quali erano riportate le parole chiave con cui costruire il nostro racconto e le mie erano:
Anello
Biblioteca
Metà Pomeriggio
Tatto
Trucco Sbavato - bigliettino inserito come imprevisto a metà racconto

Utilizzando la tecnica di Irene ho unito questi elementi nella mia storia ed ecco ciò che è uscito dalla mia penna:

"La catarsi emotiva di Véronique"



Tutto era pronto. Lei era pronta. Sembrava un sogno, ma non lo era.
Lei, Véronique, per lunghi anni al fianco di donne come lei, sorelle nella ricerca di quel sentimento tanto agognato, tanto spaventoso, tanto irraggiungibile, lei, Véronique, aveva trovato l'amore.
Ma non quell'amore travolgente, non quella passione irragionevole.
Véronique aveva percorso ormai troppe volte quella strada.
Aveva incontrato un amore diverso, un amore puro, maturo, aveva trovato la simbiosi di due anime.
Proprio lei che aveva abbandonato ogni fiducia per donarsi all'aridità di sentimenti.
Un caldo riverbero filtrava dalle persiane e lanciava fiamme di luce sul lenzuolo candido, una leggera brezza muoveva le tende in una lenta, perfetta danza e Véronique finalmente aveva abbassato le difese.
Non c'era più cinismo, non c'era più corazza, c'era solo Véronique abbandonata sul letto, abbandonata all'amore, con al dito un anello, quell'anello.
Liscio, eppure sfaccettato.
Tanto vellutato al tatto, quanto duro nel materiale.
Tanto costrittivo al dito, quanto liberatorio.
Sembrava un sogno, eppure non lo era.
Irrefrenabile una lacrima le accarezzava la guancia e non c'era make up resistente abbastanza da opporsi a quel tipo di lacrima.
Di fronte al letto la piccola biblioteca di Véronique custodiva i tesori delle sue notti più intense, quegli unici romanzi che avevano creato un varco nelle forti porte della sua algidità.
Se aveva scoperto che un sentimento così puro era possibile, se poteva sentire il velluto nel diamante che aveva al dito, lo doveva anche a quei romanzi.
Véronique aveva trovato il suo Mr. Darcy.

FashionCamp2012 fashion camp 2012 workshop moda e scrittura creativa irene di natale veronique tres jolie blog i pensieri di veronique arianna chieli raffaele mariniello
Photo Credits: Raffaele Mariniello

Un grazie speciale ad Irene per la bella esperienza, che spero di replicare presto, e al FashionCamp per averla resa possibile.
Se volete leggere l'intervista che ho rilasciato sul sito del FashionCamp, potete trovarla qui.

You May Also Like

4 comments

  1. coinvolgente il tuo racconto, avrei voluto saperne ancora di più di questa storia d'amore!

    ...anch'io amo orgoglio e pregiudizio...
    :)
    emme

    RispondiElimina
  2. Ah, ma come mi commuovo a leggere quanto sono state brave le mie allieve! ^^

    RispondiElimina
  3. Brava. Chissà che bella esperienza

    RispondiElimina

Lovely comments

© VERONIQUE TRES JOLIE. ALL RIGHTS RESERVED